MCE

MCE 2019, mobilità: la call rivolta alle startup

Le startup e le PMI che operano nel settore della mobilità possono partecipare alla call di MCE 2019, presentando la propria idea innovativa. Deadline 5 aprile

Al via la 16esima edizione della Mobility Conference Exhibition 2019 (MCE), evento che premia le startup innovative che operano nel settore della mobilità, organizzato da Assolombarda e Camera di Commercio Milano Monza-Brianza Lodi.

Le giovani imprese che vogliono presentare la propria proposta innovativa, possono candidarsi proponendosi per quattro diversi ambiti verticali:

  • Super INTERACTION (mezzi di trasporto, infrastrutture e device connessi)
  • Super CLEANTECH (energie innovative, nuovi materiali e tecnologie a supporto dell’ottimizzazione energetica)
  • Super SERVICES (servizi a supporto della mobilità, servizi di sharing economy, on demand economy, mobile payment)
  • Super ENTERPRISE (innovazione a sostegno delle attività aziendali, della logistica e dei processi).

Le domande di partecipazione dovranno essere presentate online entro il 5 aprile 2019, sul sito ufficiale della MCE.

A partire dal 9 aprile si aprirà una votazione sui social tra 32 startup pre-selezionate: tale votazione sarà attiva fino al 17 aprile e porterà a selezionare 4 startup vincitrici, una per ogni verticale. A queste si sommeranno altre 12 scelte da una giuria di esperti nei giorni successivi. Queste 16 startup avranno la possibilità di partecipare all’evento conclusivo e culminante di MCE 2019, ovvero MCE4x4, una giornata di matching e approfondimento tra imprese e start-up in programma il prossimo 17 maggio a Palazzo Mezzanotte a Milano.

Progetti di questo genere stimolano le startup e le PMI all’innovazione. Credo che sia una buona occasione per le imprese del nostro territorio, che hanno così l’opportunità di interagire tra loro, crescendo insieme.

Se ti è piaciuto, condividi il post!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.