zone umide

Giornata mondiale zone umide, una difesa contro i disastri climatici

Il 2 febbraio è la Giornata mondiale delle zone umide. Anche quest’anno Legambiente aderisce all’iniziativa che pone l’accento sull’importanza che questi luoghi svolgono

Il 2 febbraio è la Giornata Mondiale delle zone umide, importanti per la salvaguardia del nostro ecosistema in quanto riducono il rischio idrogeologico raccogliendo le acque durante le piene e riducendo il rischio alluvioni. Quest’anno il tema scelto è il clima con lo slogan “Non siamo impotenti di fronte ai cambiamenti climatici”.

In Italia un’indagine dell’ISPRA ha evidenziato come il 47,6% di questi ambienti sia in “cattivo” stato di conservazione, il 31,7 “inadeguato” e solo il 4,7% è in uno stato “favorevole”. Le cause sono da ricercare nello sviluppo urbano, nell’agricoltura intensiva, nell’inquinamento, nelle modificazioni del regime idrogeologico, nell’introduzione di specie invasive e nei cambiamenti climatici, che agiscono in sinergia e su scale diverse, causando effetti assai rilevanti sugli ecosistemi.

Le conseguenze sono evidenti su animali e piante legate agli ambienti acquatici, in primis gli anfibi, seguiti dai pesci d’acqua dolce. In Italia il 10% degli anfibi (44 specie, un terzo delle quali endemiche) è minacciata e il 26% è vulnerabile.

Su tutto il territorio italiano saranno organizzati eventi. Vi segnalo l’iniziativa di Legambiente Piove di Sacco: domenica 3 febbraio, dalle 10.30 alle 17.00, presso l’area di fitodepurazione di Ca’ di Mezzo Codevigo, Padova, in ricordo di Claudio Giupponi, architetto, insegnante nonché socio Legambiente, si realizzerà un’esposizione di alcuni suoi dipinti e disegni che ritraggono scorci di zone umide (lagune, canali, fiumi) e la fauna tipica.

Alle ore 11.00, nel centro visite, sarà inaugurata la mostra. Nel pomeriggio, invece, visita guidata (ore 14.30) dell’area.

 

Se ti è piaciuto, condividi il post!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.