Milano Cortina

Milano Cortina 2026: è già sogno Olimpico

Presentata a Tokio la candidatura ufficiale di Milano Cortina per ospitare i Giochi Olimpici e Paralimpici Invernali 2026


Il sogno olimpico italiano si chiama Milano Cortina 2026. È stata presentata ufficialmente al mondo intero, a Tokio, durante la XXIII Assemblea Generale dell’ANOC, la candidatura italiana per poter ospitare le Olimpiadi e Paralimpiadi invernali 2026.

A presentare il progetto italiano il presidente del CONI, Giovanni Malagò, il sindaco di Milano, Giuseppe Sala e il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia. Con loro a Tokio anche la pluricampionessa olimpica Ariana Fontana.

Nel corso della presentazione è stato svelato anche il logo del progetto, realizzato in house. Un Duomo di Milano stilizzato con la facciata che si trasforma in montagna, riecheggiando le Alpi e le Dolomiti, con le guglie verdi, bianche e rosse, in onore all’Italia. E dal punto più alto della guglia centrale parte con un effetto cromatico tricolore la discesa di una pista di slalom. Un logo che intende abbinare il simbolo per eccellenza di Milano con i monti di Cortina e della Valtellina, esaltando in ogni circostanza i colori della bandiera italiana, icona di una candidatura condivisa tra i territori ma sempre con lo sguardo rivolto all’intera nazione.

Ora è duello aperto con l’altra candidata, Stoccolma. La squadra azzurra ha messo in campo le strategie migliori: due segni iconici: le guglie del Duomo che si trasformano in Dolomiti. La Svezia, più minimal, ha scelto un 2 rovesciato che si trasforma in una S che sta a significare Stoccolma 2026.

Come nelle migliori partite di calcio, anche qui è di rito dire “Che vinca la migliore”, anche se noi (giustamente) facciamo il tifo per il team azzurro.

Se ti è piaciuto, condividi il post!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.