emissioni

Emissioni CO2: dal Parlamento nuovi limiti per mezzi pesanti  

Ieri abbiamo votato gli obiettivi di riduzione delle emissioni CO2 più alti (35%) rispetto a quelli della Commissione (30%) per i mezzi pesanti entro il 2030

Continua l’attenzione alta verso l’ambiente da parte del Parlamento europeo. Ieri, durante la Plenaria a Strasburgo, abbiamo votato degli obiettivi più rigidi circa la riduzione delle emissioni CO2 dei camion: dal 30% proposto dalla Commissione al 35%, da raggiungere entro il 2030. I nuovi limiti sono stati approvati con 373 voti in favore, 285 voti contrari e 16 astensioni. Ora avvieremo i negoziati con il Consiglio dei Ministri.

I costruttori dovranno garantire che i veicoli a zero e a basse emissioni (che ne emettono almeno il 50% in meno) rappresentino una quota di mercato di almeno il 5% entro il 2025 e del 20% delle vendite entro il 2030.

Inoltre, abbiamo chiesto che la Commissione europea che metta a punto misure per test in condizioni reali di guida per le emissioni CO2 su strada entro il 2020.

Stiamo andando vero una maggiore tutela dell’ambiente, ma non dobbiamo tralasciare la grande transizione che vivremo e che potrà avere degli impatti negativi nel settore automobilistico. Per questo motivo è di fondamentale importanza che l’Unione europea aiuti i lavoratori del settore ad apprendere nuove competenze. Con l’applicazione di nuove tecnologie l’Europa diventerà maggiormente competitiva, rispettando il pianeta.

Se ti è piaciuto, condividi il post!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.