2 thoughts on “Emergenza alluvione Veneto: si attivi Fondo solidarietà”

    1. Buonasera, di seguito ti incollo il testo integrale:

      “IL VENETO HA BISOGNO DI AIUTO: PERCHÉ HO SCRITTO A CONTE
      All’indomani dei giorni ininterrotti di maltempo la situazione in Veneto e in particolare nel bellunese è stata definita dalla protezione civile “apocalittica” con intere zone montane isolate, strade devastate, tralicci piegati come fuscelli, i boschi secolari della Val Visdende, patrimonio dell’umanità, letteralmente distrutti dalla furia devastatrice del vento. Migliaia di volontari della protezione civile si sono attivati per dare aiuto alle popolazioni colpite che si sono rimboccate subito le maniche dandosi quel sostegno reciproco che appartiene al senso di essere una comunità. Noi veneti abbiamo un’apparente durezza di modi che ci impedisce di lasciarci andare dopo una disgrazia, abbiamo un orgoglio che ci spinge subito a chiederci cosa fare e ad attivarci autonomamente, provando addirittura vergogna nell’ammettere di aver bisogno di aiuto. Si lavora “muso duro e bareta fracada”, faccia dura e berretto ben calcato sulla fronte, un atteggiamento di chi è di poche parole e di ancor meno gentilezze. Quel senso di orgoglio non deve portarci a non chiedere aiuto o a ritenere che non ne abbiamo bisogno. Il Veneto ha bisogno di aiuto: i danni nella nostra regione sono stimati in un miliardo di euro. Urgono interventi straordinari del governo per coprire danni subiti da agricoltura, allevamento, pesca, turismo, strade e infrastrutture in tutta la regione. Solo il governo può chiedere l’attivazione del Fondo di Solidarietà dell’Unione Europea ed è per questo motivo che ho scritto al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Il fondo è nato proprio per rispondere alle grandi calamità naturali e ad esprimere la solidarietà europea alle regioni colpite. L’Europa non è solo un’entità da attaccare per fini elettorali.
      @GerryDeZolt, autore del video pubblicato da @R.it la Repubblica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.