intelligenza artificiale

Intelligenza artificiale, startup: Italia penultima al mondo

L’Italia si posiziona al penultimo posto per numero di startup attive nel settore dell’intelligenza artificiale. A dirlo è Roland Berger in collaborazione con Asgard

In Italia le startup che operano nel settore dell’intelligenza artificiale sono ancora troppo poche. La società di consulenza Roland Berger, in sinergia con Asgard, ha realizzato lo studio “Artificial Intelligence – A strategy for European startups”, dal quale è emerso che il nostro Paese è posizionato al penultimo posto della classifica mondiale.

Dal grafico si evince che le startup attive nel settore AI in Italia sono solo 22. Gli Stati Uniti dominano la classifica con 1393 startup. Seguono Cina con 338, Israele con 362, Regno Unito con 245 e Canada con 131. 

Andrea Marinoni, Senior Partner di Roland Berger: “È evidente che nessun Paese in Europa abbia la necessaria massa critica in materia di Intelligenza Artificiale al contrario di Stati Uniti, Cina e Israele. Di certo non l’Italia, penultima nella graduatoria per numero di startup, ma nemmeno Francia e Germania, rispettivamente settima e ottava nel ranking mondiale”. Gli Stati Uniti sono stati in grado di realizzare veri e propri ecosistemi intorno ai quali si è costruito in poco tempo un nuovo settore. L’Europa, pur avendo nel suo insieme una rilevante massa critica, non è ancora riuscita a esprimere una visione organica delle tecnologie AI e guardando avanti dovrebbe dotarsi di campioni in grado di offrire alle imprese le migliori soluzioni”.

Una delle principali cause che vede un’Italia ancora troppo indietro nel settore dell’intelligenza artificiale è la mancanza di formazione adeguata. I nostri ragazzi non hanno gli strumenti necessari per poter affrontare i lavori del futuro. Servono maggiori investimenti se vogliamo farci trovare pronti per la nuova rivoluzione industriale: quella dell’intelligenza artificiale.

Se ti è piaciuto, condividi il post!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.