Pedemontana Veneta: presentata interrogazione alla Commissione europea riguardo possibili violazioni alla normativa UE

Il Movimento 5 stelle ha presentato un’interrogazione alla Commissione europea riguardo la faccenda della Pedemontana Veneta e le possibili violazioni della normativa UE.

La situazione dell’autostrada della Regione Veneto è diventata inaccettabile: soldi pubblici rubati ai cittadini veneti per costruire un’autostrada che nasce obsoleta.

Il progetto della Pedemontana potrebbe violare i principi comunitari, ha dichiarato la Corte dei Conti. 

In effetti, la Regione ha introdotto un’addizionale di scopo su un’imposta diretta sui cittadini che potrebbe utilizzare per reperire i fondi necessari alla conclusione dell’autostrada; la Corte dei Conti ha bocciato questa misura, criticando i costi troppo alti che sarebbero necessari per il completamento dell’opera.

Nell’interrogazione che abbiamo presentato si chiede di fare chiarezza in merito a possibili aiuti di Stato, di verificare come questa vicenda possa essere oggetto di procedura di infrazione e di considerare le conseguenze dell’omesso monitoraggio ambientale.

Intanto il cantiere è stato sbloccato e si prevede il completamento della Pedemontana per il settembre 2020, ma noi continueremo la battaglia fin quando la vicenda non sarà finalmente chiarita!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *