TradeMachines: quando l’economia circolare si unisce all’e-commerce

La più grande piattaforma online per la compravendita di macchinari professionali usati, TradeMachines, è finalmente arrivata in Italia.

Fondata nel 2013 in Germania, costituisce il primo mercato online per l’usato industriale a livello mondiale: si tratta di una grande novità, perché prima della sua creazione, il mercato dell’usato industriale online era molto frammentato ed era dunque difficile mettere in contatto i compratori e i venditori provenienti da tutto il mondo. Heico Kock, uno dei fondatori della startup, dopo aver terminato il suo dottorato di ricerca in ingegneria meccanica, ha voluto risolvere il problema fondando una startup che potesse diventare il punto di riferimento globale per questo tipo di mercato, eliminando la frammentazione presente fino a quel momento.

TradeMachines è oggi leader del settore: mette in vendita il 40% delle macchine in Europa, che spaziano dal settore agricolo all’edilizia, dai veicoli commerciali a quelli per il settore alimentare e quelli per la lavorazione della plastica, ed è presente in un centinaio di Paesi in tutto il mondo.

Il funzionamento del sito di e-commerce è semplice: il motore di ricerca guida gli utenti verso la migliore offerta, formulata sia in base al prezzo che alla modalità di acquisto (in modo diretto o attraverso aste giudiziarie). La startup non ha profitto dalle percentuali delle vendite e la registrazione al sito è gratuita, ma guadagna reindirizzando i potenziali acquirenti ai siti web dei venditori.

TradeMachines si affaccia adesso al mercato italiano, con l’appoggio del CMO Philipp Kloeckner, uno dei principali esperti di SEO in Europa e un team altamente qualificato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *