L’Ue ha bloccato il piano di ristrutturazione per le banche venete

Niente di positivo per le banche venete, così come successo al Montepaschi durante le negoziazioni con la Direzione Generale competition della Ue. Il piano di ristrutturazione di Popolare Vicenza e Veneto Banca non è completo: la Bce aveva stabilito la fusione e la ricapitalizzazione precauzionale per 6,4 miliardi, ma è necessario allungare l’iter del negoziato di un altro paio di settimane, facendo slittare quindi il rilancio.

Nell’attesa di un responso da parte dell’Unione Europea sul destino delle banche venete, abbiamo deciso di tutelare i risparmiatori danneggiati dal dissesto di queste banche, attraverso un ricorso alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo.

Compila anche tu, come altri migliaia risparmiatori truffati, il modulo nel sito: www.ricorsocedu.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *