Sosteniamo l’appello a Juncker per la tutela del suolo

In occasione della Giornata mondiale della Terra del 22 aprile, People4Soil (una rete di ONG europee, associazioni, istituti di ricerca e gruppi ambientalisti) ha lanciato una petizione per chiedere alle istituzioni europee di adottare e promuovere una normativa specifica per la tutela del suolo in Europa.

L’appello lanciato dai promotori dell’iniziativa fa riferimento all’obiettivo delle Nazioni Unite di fermare il degrado del suolo a livello globale entro il 2030;

in effetti al momento non esiste una normativa (la proposta di Direttiva Quadro sul suolo è stata ritirata nel maggio del 2014 dopo otto anni di blocco da parte di una minoranza di Stati Membri) e l’avanzata del cemento rappresenta un grave problema europeo che dovrebbe essere regolarizzato e bloccato attraverso linee guida vincolanti per gli stati membri e imposte dalla Commissione europea. 

Negli ultimi decenni la superficie cementificata e asfaltata in Europa è raddoppiata (20 milioni di ettari) e per giunta i suoli subiscono molte altre minacce quali contaminazione, erosione, desertificazione e scomparsa della biodiversità.

Il suolo rappresenta una risorsa fondamentale per la nostra vita, poiché fissa il livello di Co2, assorbe i rifiuti, è fondamentale per l’esistenza delle specie vegetali e animali e favorisce il ciclo idrico e vegetativo.

È necessaria quindi un’azione legislativa da parte dei vertici europei, affinché il suolo sia finalmente riconosciuto come un bene comune al pari dell’aria e dell’acqua.

Il Movimento 5 stelle condivide questa battaglia e invita a firmare la petizione su www.salvailsuolo.it

SALVIAMO IL SUOLO PER SALVARE IL NOSTRO FUTURO!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *