Archivi mensili: febbraio 2017

Quale futuro per le politiche di coesione e quale futuro per l’Europa?


Lo sappiamo bene: l’Italia nella Ue non fa esattamente bella figura in materia di fondi europei, continua ad essere un ottimo contribuente ma un mediocre esattore di risorse tra fondi che continuano a essere sprecati, o non raramente malamente assegnati e/o percepiti. (https://goo.gl/r99GHD).

Sarà proprio il Comitato europeo delle Regioni a riunirsi dopodomani, il 2 marzo, a Varsavia per esaminare il bilancio UE riguardate i fondi emanati e per discutere sulle future politiche di coesione.

La presenza dell’Italia è in primo piano come contribuente netto, ricevendo risorse minori rispetto ai versamenti devoluti all’UE, ma anche come seconda nazione, dopo la Polonia, a beneficiare dei fondi emanati dall’UE.

Prima di tutto è necessario fare una propedeutica distinzione tra fondi diretti e indiretti, le due tipologie di sovvenzioni dell’UE.